Lo sfondo folklorico della Milonga Argentina di Buenos Aires

Lo sfondo folklorico della Milonga Argentina di Buenos Aires

Buenos Aires è una città romantica con una storia molto antica e molto articolata, soprattutto per quanto riguarda il folklore che per secoli ha contribuito a forgiare culturalmente le sue fondamenta: alle sue basi troviamo indubbiamente la famosa arte del Tango Argentino.

La capitale Argentina ha, grazie al suo “ballo di punta” (il Tango), potuto sopravvivere in alcuni momenti di crisi economica generale del paese ottenendo tantissimi premi e riconoscimenti mondiali (come ad esempio: quello del Tango come patrimonio artistico dell’umanità).

La storia del Tango Argentino è assai travagliata ed al tempo stesso alquanto affascinante, tanto da essere stata narrata in moltissimi testi di canzoni più o meno famose della musica Argentina, costellata da vicissitudini legate prevalentemente alle massicce immigrazioni (in prevalenza di origine europea), che caratterizzarono l’afflusso di nuove culture all’interno del Paese a partire dalla seconda metà del 1800 e che diedero a loro volta alla città di Buenos Aires, le solide basi che diedero vita al Tango Argentino.

Attualmente il Tango costituisce emblematicamente l’intero paese Argentino ed in particolar modo la città di Buenos Aires, tanto da essere intrinsecamente legato ad ogni tipo di espressione d’arte come ad esempio:  la musica, il ballo, la poesia, la pittura e persino la filosofia.

Per questa ragione è oltremodo ovvio che chiunque può accingersi al Tango Argentino attraverso canali di origine differente, infatti, il Tango si può ballare, vedere, ascoltare o rappresentare…

La concezione di Milonga a Buenos Aires

A Buenos Aires esistono tantissime Milonghe dove poter “gustare un ballo” come si deve; solitamente ogni milonga presenta una serie di corsi di tango dentro al proprio planning artistico, spesso le lezioni di tango sono offerte gratuitamente dal locale, ed occorrono ad aprire la serata in modo graduale; vengono presentate circa una od un paio di ore prima della reale apertura delle sale da ballo, le quali solitamente aprono verso le dieci di sera e chiudono tardissimo, quasi al mattino.

Questo aiuta i turisti ad interessarsi maggiormente al folklore Argentino, essendo così maggiormente coinvolti in maniera sia fisica che personale.

Nei corsi pre-serali si impara ad ascoltare in maniera corretta i ritmi del Tango Argentino ed a muoversi “da zero” sugli stessi attraverso alcuni passi basici.

Inizialmente il Tango, come per ogni cosa, risulterà difficoltoso per poi nel giro di qualche lezione (e di una discreta dose di impegno da parte di coloro che iniziano a praticarlo), inizierà ad apparire sempre più chiaro, specialmente per i pesi ed i passi corretti da utilizzare all’inizio del ballo.

A questo punto entra in gioco la milonga, attraverso la quale, grazie alle serate organizzate (anche con musica dal vivo), si potrà avere un vero e proprio campo d’allenamento per crescere di livello all’interno del Tango.

Nella città di Buenos Aires esistono parecchie milonghe e si sviluppano su tutto il suo territorio, la maggior parte di esse, funzionanti già dalla mattina presto come vere e proprie scuole di Tango. 

Esistono tantissimi locali di stile milonguero a Buenos Aires, qui di seguito una selezione accurata dei 3 locali tangueri più affini alla medesima cultura ed i preferiti dal pubblico sia turistico che argentino:

  • Milonga del Indio
  • La Viruta
  • Sunderland Club

Come appena accennato, in città si possono scovare sino a circa una sessantina di locali appartenenti alla cultura del tango Argentino, basta cercarli e capire quello che più farebbe al caso nostro per iniziare a danzare sulle note del più romantico e struggente ballo popolare Argentino: il Tango!