Tango: Valutazione posturale attraverso breve questionario

Tango: Valutazione posturale attraverso breve questionario

In questo breve articolo discuteremo di come la nostra postura può essere auto valutata con pochi e semplici strumenti: uno specchio e alcune domande a risposta chiusa (sì/no).

La postura è uno degli elementi base per ogni tipo di pratica sportiva, disciplina artistica o anche nella normalissima vita di ogni giorno.

Ma soprattutto lo è nella danza sia singola che di coppia, in un ballo come quello del Tango Argentino lo è ancor di più.

Il buon approccio posturale sostiene il corpo e ne determina la versatilità e in alcuni casi la longevità.

Ecco di seguito una serie di semplici domande da porci mentre ci guardiamo a figura intera in uno specchio, è possibile rispondere SI a tutte queste domande fondamentali?

  • Noto con stupore che tra spalle e orecchie c’è spazio?
  • La mia testa è perfettamente allineata in posizione eretta?
  • Le mie spalle sono in parallelo alle mie anche ed a loro volta sono tutte parallele con il pavimento?
  • l’aria che intercorre tra le mia braccia ed il mio busto è uguale per entrambo i lati?
  • Le mie ginocchia (in particolare le rotule) sono giustamente rivolte in avanti senza avvertire la minima pseudo rotazione laterale?

Ora bisogna girarsi di profilo verso lo specchio (meglio se aiutati da una seconda persona posta tra noi e il nostro riflesso, ovviamente senza coprirlo), quindi osservando la nostra postura non più da davanti ma lateralmente:

  • Il mio orecchio è in linea con la mia spalla?
  • Il mio mento è bene o male in parallelo col pavimento senza essere troppo inclinato in avanti o all’indietro?
  • La mia testa è tenuta bene alta?
  • Le mie spalle viceversa sono bene in linea con le orecchie (vedo da entrambo i lati), o sono o come per il mento sono troppo inclinate avanti o indietro?
  • Il mio torace è abbastanza sollevato e leggermente esposto senza essere erroneamente troppo rilassato verso il basso?
  • la parte superiore della schiena è bene eretta seguendo la sua curvatura fisiologica o senza essere erroneamente ingobbita?
  • La parete addominale sento che è delicatamente al lavoro per restituire una pancia abbastanza piatta e leggermente “tirata” e per proteggere la struttura vertebrale bassa?
  • La parte bassa della mia schiena segue la curvatura fisiologica senza essere erroneamente rettilineizzata (piatta o curvata in avanti)?
  • I miei arti inferiori sono allineati senza però bloccare le articolazioni delle ginocchia?

Tutte le mancanze (le risposte NO) presenti nel risultato finale del nostro personale questionario, sono tutte risolvibili per mezzo di alcuni metodi di allenamento posturali quali lo Yoga, il Pilates o la semplice ginnastica posturale mirata attraverso esercizi specifici.

Una postura sana è la chiave per il raggiungimento di uno stato psico-fisico ottimizzato.